domenica, 7 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 10 January 2014

Aggressione a vigilessa,"Vivi Varazze" chiede sicurezza

IVG
Liguria
Varazze. "Il comitato esprime solidarietà e vicinanza al vigile urbano di Varazze recentemente aggredito. Il comitato richiama nuovamente l'attenzione sulle condizioni della passeggiata a mare che ora pongono anche questioni di ordine pubblico e richiedono un impegno congiunto dell'amministrazione e delle forze dell'ordine". Così il comitato Vivi Varazze in una nota dopo l'aggressione all'agente della polizia municipale, una vigilessa impegnata ieri pomeriggio in un servizio di controllo contro il fenomeno del commercio abusivo.
"Si apprende con preoccupazione che una sparuta minoranza di venditori abusivi, non paga di occupare beni pubblici e vendere merce contraffatta adesso si oppone all'applicazione delle leggi con la forza. Auspichiamo che sia possibile in tempi rapidi risolvere il problema e prevenire ulteriori episodi di violenza e indifferenza al rispetto della legge" conclude la nota.
Sull'episodio che ha visto protagonista la vigilessa, strattonata da un cittadina extracomunitario al termine di un ennesimo sequestro di merce contraffatta, è intervenuto anche il vice sindaco Andrea Valle, che aveva posto la questione al Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza: "Ci sono almeno una cinquantina di venditori abusivi sulla passeggiata ed in altre zone e per noi, come amministrazione comunale, è difficile contrastare e debellare un fenomeno in progressivo e preoccupante aumento".


"Nel 2013 ci sono stati ben 55 sequestri da parte della sola polizia municipale, senza contare le altre forze dell'ordine, ma il problema persiste e serve un'azione congiunta da stabilire con la Prefettura. Proprio prima di Natale avevo dato mandato alla polizia municipale di effettuare controlli ad hoc. Tuttavia serve uno sforzo maggiore da parte di tutti" conclude Valle.


Fonte: IVG
Articoli simili