domenica, 7 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 09 July 2013

Tre vigili aggrediti all'interno della villa comunale

Campanianotizie
Campania
SANTA MARIA CAPUA VETERE - Vigili urbani aggrediti all'interno della villa comunale di Santa Maria Capua Vetere per aver invitato un cittadino a rispettare le regole dello spazio comunale. E' quanto accaduto ieri sera a Santa Mara Capua Vetere . Un episodio deprecabile che è stato fermamente condannato dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Biagio di Muro. "Esprimo la totale solidarietà all'intero corpo di polizia municipale di Santa Maria Capua Vetere, dopo l'inqualificabile episodio avvenuto domenica sera all'interno della villa comunale".

Afferma l'assessore Carmine Munno. Già è assurdo – continua Munno – che sia necessaria la presenza delle forze dell'ordine in villa, luogo che dovrebbe essere salvaguardato da tutti e nel quale non dovrebbe neanche venire in mente di abbandonare bottiglie di vetro in ogni angolo o di lasciare i cani senza guinzaglio. Quando poi gli incivili vengono richiamati, peraltro con gentilezza, e aggrediscono uomini che vestono la divisa e che sono al servizio di tutta la cittadinanza, vuol dire che siamo arrivati a un punto di assoluta mancanza di rispetto per la collettività e di assoluta convinzione di impunità".

L'assessore Munno ricorda alcune semplici regole da rispettare all'interno della villa comunale: le biciclette possono essere condotte solo nell'area perimetrale e non nella parte centrale; i cani devono essere portati, come prescrive la legge, con guinzaglio (e museruola per i molossidi); all'interno della dog area, così come dappertutto, è obbligatorio raccogliere le deiezioni canine; è, inoltre, severamente vietato sedersi e stazionare sul monumento ai caduti, che dovrebbe essere luogo di rispetto e di devozione e non certo essere considerato come una porta di calcio.

"Questo episodio – conclude Munno – conferma purtroppo la necessità di prevedere controlli stringenti e severi, con l'applicazione di sanzioni ai trasgressori. Evidentemente una minima parte di questa città non è ancora pronta a vivere civilmente gli spazi pubblici, danneggiando la stragrande maggioranza di famiglie, di giovani e di anziani che hanno invece rispetto delle regole e chiedono solo di godere il parco cittadino in serenità. Mi appello anche ai genitori affinché richiamino i propri figli a comportamenti civili e rispettosi".


Fonte:
Campanianotizie
Articoli simili