lunedì, 20 maggio 2024
spinner
Data di pubblicazione: 21 November 2023

Marche, 800mila euro per la PL

ANSA
Marche

Sistemi di letture targhe, etilometri, sistemi elettronici di rilevamento incidenti stradali, strumentazioni per analisi di falsi documentali, fototrappole, radio portatili veicolari ma anche autoveicoli e defibrillatori.

 

 

Sono alcuni dei dispositivi che le polizie locali delle Marche potranno acquistare grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione che ha varato un bando da circa 800mila euro che co-finanzierà gli investimenti fino all'80% per un massimo di 25mila euro.

Nei prossimi giorni la Regione stilerà una graduatoria tra le 100 domande arrivate per un importo complessivo da co-finanziaria per circa 2 milioni di euro.
    La presentazione dell'iniziativa in Regione da parte del vice presidente Filippo Saltamartini, assessore che ha anche la delega alla Polizia locale e Politiche integrate per la sicurezza. Con il bando, ha rimarcato, "abbiamo deciso di fare un investimento significativo sulle tecnologie a disposizione dei Comuni alle cui dipendenze operano le polizie locali. Il centrodestra vuole dare un segnale importante per investire nella sicurezza urbana", per alzare il "livello di sicurezza urbana", e garantire la cooperazione con le altre forze dell'ordine. Un'azione anche di tipo preventivo, ha spiegato, visto che i Comuni, con i servizi sociali, e la polizia locale sono i "primi sensori di segnali di devianza" relativi a reati molto gravi come ad esempio il "femminicidio". L'assessore ha ricordato l'orientamento del governo per la riforma della polizia locale e l'aggravamento di pene per alcuni reati di microcriminalità: per individuare gli autori in molti casi sono decisivi elementi raccolti con videosorveglianza o altre attrezzature.
    Insomma l'obiettivo è potenziare l'operatività della polizia locale, percepita invece a volte con una funzione sul fronte della viabilità e della repressione delle violazioni del codice della strada, che ha già le funzioni di polizia giudiziaria ma deve avere le strumentazioni adeguate per operare. Alla Regione sono arrivate 69 domande da Comuni sotto i 10mila abitanti, per investire 1,3 milioni di euro, e 31 domande da enti locali sopra i 10mila abitanti per complessivi 586mila euro. Presto si conosceranno la graduatoria del bando.

 

Fonte: ANSA

Articoli simili