giovedì, 7 luglio 2022
spinner
Data di pubblicazione: 23 May 2022

Aggressione ad agente

Giovinazzoviva
Puglia

Sospettato di un furto, ha tentato la fuga. Poi, inseguito e bloccato, si è scagliato contro un agente di Polizia Locale colpendolo con ripetuti pugni. È accaduto ieri sera a Giovinazzo, dove un 20enne del luogo, censurato, è finito agli arresti domiciliari per lesioni personali, resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale.

Nel messaggio del sindaco, Tommaso Depalma, l'apprezzamento degli amministratori per la professionalità mostrata.

«Esprimo a nome dell'intera amministrazione, piena vicinanza al nostro corpo di Polizia Locale per l'ennesima aggressione subita da un nostro agente, nella serata di ieri. Non è la prima volta che accade ma ciò non ci farà indietreggiare di un millimetro, rispetto al dovere di tutelare al meglio il nostro territorio e la convivenza civile.

I turisti e i forestieri li accogliamo con vera amicizia, ma chi sbaglia ed esagera, paga. E ieri all'arrogante di turno, abbiamo fatto assaggiare le manette made in Giovinazzo e fatto conoscere il confort di una cella carceraria. Mi congratulo con la nostra Polizia Locale che nel giusto sa far valere il rispetto della sua divisa. Abbraccio calorosamente l'agente aggredito, aspettandolo presto nuovamente in servizio».

A stretto giro è arrivato anche il commento del comandante del corpo di via Cappuccini, il maggiore Raffaele Campanella.

«Aggressioni vili fisiche e verbali, con minacce gravi, oltraggiando il pubblico ufficiale nell'espletamento dei propri doveri. Di fronte alla violenza la Polizia Locale, non solo non arretrerà mai di un centimetro, ma, ancor con più fermezza, predisporrà, in modo rigoroso, tutti gli strumenti giuridici previsti dal nostro ordinamento giuridico per garantire la sicurezza della cittadinanza ed il rispetto delle regole.

Nel contempo, anche grazie al nuovo regolamento del corpo di Polizia Locale recentemente approvato, all'unanimità, dal consiglio comunale, si svolgeranno corsi di formazione per l'addestramento all'uso di strumenti di autotutela per gli agenti di Polizia Locale, come lo spray antiaggressione ed il distanziatore di sicurezza, di cui saranno a breve, previa acquisizione, dotati.

Esprimo, alfine, la mia solidarietà e vicinanza al corpo di Polizia Locale e, soprattutto, all'agente coinvolto, per l'accaduto». Nella mattinata di domani, intanto, il 20enne sarà processato per direttissima.

 

Fonte: Giovinazzoviva

Articoli simili