mercoledì, 17 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 19 August 2015

Caccia aperta ai giovani aggressori

LaNazione
Sicilia
Appare vicina l'identificazione dei giovani che nella notte del 14 agosto hanno aggredito gli agenti della Polizia municipale nel centro storico. Le condizioni dei tre agenti feriti non appaiono gravi ma l'episodio ovviamente ha lasciato il segno. Dopo la pubblciazione in esclusiva nell'edizione di ieri de La Nazione, il Comune ha confermato che «è stato denunciato per oltraggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, nonché per danneggiamento di beni pubblici, un giovane ventiquattrenne residente a Capannori che la notte del 14 agosto, nel corso di un normale controllo della pattuglia di servizio in centro storico, è stato fermato in via del Peso e, rifiutandosi di fornire il documento d'identità, ha dato in escandescenze, lanciando offese e sferrando calci e pugni all'indirizzo degli agenti e dell'auto di servizio».

«Lo scontro si è trasformato in vera e propria rissa – ricordano in Comune – quando, sopraggiunta una seconda pattuglia della Polizia municipale, al giovane nel frattempo ammanettato si sono unite altre 4 o 5 persone, alcune italiane e altre straniere, che hanno cercato con la forza di portarlo via. A quel punto è stata allertata anche la Questura e sono iniziate le ricerche dei membri del gruppo datisi alla fuga: sono in corso le indagini che dovrebbero portare presto alla identificazione di tutti gli altri soggetti che hanno preso parte alla rissa». A poche ore dalla pubblciazione della notizia prende posizione il sindacato Dipartimento autonomie locali e polizie locali (Diccap) che ha diffuso una nota dopo l'aggressione avvenuta la notte del 14 agosto nel centro storico.

«Alla luce dei recenti accadimenti, che hanno visto coinvolti colleghi della Polizia municipale di Lucca, rimasti feriti in un'aggressione vigliacca di un gruppo di giovani di varie origini – dice il segretario provinciale Domenico Gatto – la nostra organizzazione sindacale esprime la propria vicinanza e solidarietà ai colleghi. Visto che la Polizia municipale è chiamata per la tutela e l'incolumità degli abitanti di Lucca, dove la violenza fa parte ormai della quotidianità, come in altre realtà in tutta Italia, si chiede con forza una maggiore attenzione rispetto alla formazione degli operatori e protocolli operativi, al momento inesistenti alla Polizia municipale di Lucca, uniformi e condivisi con tutte le parti che si occupano della sicurezza visti anche i tristi accadimenti di cronaca in merito ai recenti casi di trattamento sanitario obbligatorio». «Il nostro sindacato – aggiungono i vertici del Diccap – richiederà un incontro a breve con il comandante della Polizia municipale di Lucca e l'amministrazione Comunale per discutere le modalità migliori perché questi fatti così gravi non sadano più».


Fonte:
La Nazione



L'articolo relativo all'aggressione:

Cinque agenti della polizia municipale di Lucca finiti al pronto soccorso dell'ospedale San Luca, un giovane denunciato - tra le altre cose - per resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale, violenza e favoreggiamento, e altre 7-8 persone a cui ancora le forze dell'ordine devono dare un nome e un volto. E' la storia del pestaggio avvenuto venerdì notte in pieno centro storico. Un fatto che riporta di attualità la questione sicurezza, soprattutto in centro e in particolar modo nelle ore notturne. E' accaduto tutto per quello che appare un futile motivo. Secondo quanto ricostruito, una delle tre pattuglie addetta al controllo del centro storico venerdì intorno a mezzanotte si trovava in via della Polveriera. Un normale pattugliamento contro furti e vandalismi. All'improvviso un ragazzo di 24 anni italiano e residente a Capannori ha iniziato a offendere la vigilessa. Lei lo ha invitato a evitare certi atteggiamenti, ma visto che il giovane continuava imperterrito, insieme al collega che si trovava con lei, ha proceduto a identificarlo. Intanto, sul posto, è intervenuta anche un'altra pattuglia.

Nel momento in cui uno degli agenti stava controllando la patente del ragazzo, quest'ultimo ha spintonato a terra una delle vigilesse. Ma, come se non bastasse, si sono materializzati 7-8 giovani, tutti extracomunitari e con precedenti, che hanno preso a calci e pugni gli agenti di polizia municipale. Agenti che sono finiti quasi tutti al pronto soccorso, chi con un dente scheggiato, chi con un occhio nero o un gomito lussato. Un pestaggio in piena regola che ha permesso, così, di far fuggire il 24enne italiano oggetto di controllo.
Immagini allegate
Articoli simili
  • 05 September 2018

    Internet è una cosa seria

    Conseguenze per chi insulta la PL sul web, ma anche per gli agenti che lo usano in modo disinvolto.

  • 30 July 2018

    Spiagge sicure, si parte!

    Dalle parole ai fatti, arrivano i finanziamenti per la polizia locale di 54 località.

  • 28 July 2018

    Torna il Tutor. Viva il Tutor?

    Il sistema di rilevamento autostradale gode di buona stampa, ma le statistiche appena pubblicate dall’ISTAT raccontano una realtà differente.

  • 27 July 2018

    Sgomberato campo Rom

    Roma - Tra promesse e strumentalizzazioni, la PL della capitale mette in mostra la sua professionalità.

  • 19 February 2016

    Vigili picchiati

    L'osservatorio del nostro portale sul fenomeno delle intimidazioni e delle aggressioni fisiche ai danni degli appartenenti alla polizia locale su tutto il territorio nazionale.