mercoledì, 17 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 13 July 2015

Scicli, aggredito Assistente Capo della PM

LaSpia
Sardegna
Il controllo al mercato di via Tagliamento a Scicli, poliziotti municipali che cercano di fare solo il proprio lavoro, applicando la legge ed una aggressione prima verbale e poi fisica.

Ecco cosa è accaduto a Scicli ieri quando, l'Assistente Capo della Polizia Municipale A. M. è stata aggredito e costretto a ricorrere alle cure in Ospedale e per fortuna con ferito guaribili "solo" in sette giorni, ciò che poteva andare molto peggio.

Ma veniamo ai fatti: in questi giorni in Via Tagliamento si svolge il tradizionale mercato della festa delle Milizie.

Agenti di Polizia locale in servizio, procedevano a verificare la disposizione dei posti assegnati agli aventi diritto, quando un agente notava la base di una bancarella che occupava due posti e dando un'occhiata ai documenti in suo possesso capiva che qualcosa non andava. L'agente non ha quasi quasi il tempo di chiedere di chi fosse quella base di bancarella che viene aggredito e ferito da un tunisino. Nel giro di 1 minuto sia il vigile che gli altri suoi colleghi di pattuglia (di cui ne faceva parte una collega donna), venivano circondati da amici dell'aggressore che chiedevano di poter lavorare e volevano essere lasciati in pace.

Gli agenti invitavano il tunisino a fornire le generalità, ma questo si rifiutava continuando a mormorare parole contro i Vigili Urbani.

Alla fine gli agenti hanno avuto la meglio riuscendo a identificare il tunisino, procedendo così alla denuncia per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale.

SOLIDARIETA' AI VIGILI URBANI DI SCICLI AGGREDITI DA IMMIGRATI TUNISINI.

Apprendiamo dalla stampa locale di una aggressione contro gli agenti della polizia municipale del Comune di Scicli da parte di un tunisino fiancheggiato da altri suoi connazionali che non volevano rispettare le norme commerciali e di posteggio per la fiera in occasione della feste delle Milizie a Scicli.

Esprimiamo la nostra solidarietà agli agenti della Polizia Municipale che sono stati aggrediti e minacciati da questi immigrati che non rispettano le nostre leggi, spadroneggiando ormai senza alcun timore nel nostro territorio.

Questa aggressione si inscrive in una serie di comportamenti violenti e prevaricatori che ogni giorno avvengono in Italia, sulle spiagge delle riviere romagnole, sui treni delle ferrovie italiane, nei parcheggi dei centri commerciali ed in ogni dove da parte di immigrati, spesso anche clandestini.

E' evidente quindi che l'attuale governo Renzi non è in grado di riportare ordine e legalità in Italia perché le attuali norme di legge non sono adeguate a stroncare la illegalità dilagante da parte degli immigrati.

Pertanto è necessario ed urgente approvare un decreto legge che preveda processi per direttissima e la condanna all'espulsione immediata di tutti gli immigrati che commettono reati in Italia al fine di ripristinare la legalità e tutelare l'ordine pubblico. Naturalmente la pena dovranno scontarla nelle carceri dei loro paesi di origine.

Oltre a ciò va bloccata l'invasione migratoria che alimenta illegalità, degrado e criminalità in Italia ed in Europa.

Vogliamo altresì allertare la Prefettura di Ragusa sul dilagare della criminalità collegata alla invasione migratoria incontrollata favorita da una dissennata politica del governo centrosinistra.


Fonte:
La Stampa
Articoli simili