venerdì, 19 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 23 June 2015

Abusivo contro i vigili con una spranga

FirenzeToday
Sicilia
Prima è scappato per evitare i controlli, poi un uomo di origine marocchina di 37 anni è tornato con una
spranga di ferro minacciando i vigili per poi darsi nuovamente alla fuga. Alla fine è stato fermato e arrestato dalla Polizia Municipale.
È successo intorno alle
14:30 in zona Ponte Vecchio quando due vigili in servizio antiabusivismo hanno notato un venditore abusivo di poster e si sono avvicinati per sequestrare la merce. Da qui le solite 'sequenze' di rito: l'abusivo che si libera della merce prima dell'arrivo della municipale, i vigili a cui resta solo l'esibizione dei documenti dell'uomo in questione. Finita l'operazione, dopo aver allertato la centrale operativa, i vigili hanno ripreso il servizio. Poco dopo, però, fa sapere Palazzo Vecchio in una nota, "hanno visto l'uomo percorrere lungarno Archibusieri con una spranga di ferro
lunga 60 centimetri, larga 5 e del peso superiore ad 1,2 chilogrammi".
Con i vigili che si sono diretti verso il venditore e l'uomo che gli è andato incontro brandendo la spranga. Così finché, prima di darsi alla fuga, ha gettato la sbarra di ferro contro i vigili. L'uomo alla fine è stato trovato (grazie alla descrizione trasmessa alle pattuglie) e arrestato dopo un parapiglia in cui sono rimasti feriti due agenti. "Domani mattina- conclude il Comune- il processo per direttissima per la convalida dell'arresto per
tentato omicidio.

NARDELLA - "Agli agenti della Polizia Municipale- commenta il sindaco di Firenze- prima minacciati e poi aggrediti mentre stava svolgendo il proprio lavoro di contrasto all'abusivismo e a tutti gli uomini impegnati in prima linea nelle nostre strade contro l'illegalità, va tutta la mia solidarietà e il mio appoggio". Gli agenti, prosegue, "rischiano la loro incolumità ogni giorno per contrastare l'illegalità e difendere il decoro, che è una delle nostre priorità per questo sono loro vicino e li ringrazio a nome di tutti i fiorentini".


Fonte:
FirenzeToday
Articoli simili