venerdì, 19 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 20 August 2014

Coppia di vigili ferita da un abusivo

VeneziaToday
Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste
Continuano gli episodi
di corpo a corpo tra forze dell'ordine e venditori abusivi. Talvolta finiscono con l'intervento dei sanitari perché è il fuggitivo a farsi male (come lunedì pomeriggio in riva degli Schiavoni, quando un cittadino senegalese ha perso l'equilibrio ed è caduto in acqua a Venezia sbattendo anche la testa nel tentativo di tornare all'asciutto) in altri casi, invece, è
l'aggressività del venditore irregolare a causare danni. Oramai, infatti, gli episodi di aggressioni nei confronti di agenti della polizia municipale sul litorale jesolano non si contano.

Martedì pomeriggio non è stato una eccezione. Anzi, il tutto si è concluso con una sacrosanta denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. Il controllo è stato attuato verso le 16 sull'arenile antistante la zona di piazza Nember. Due agenti hanno fermato un venditore abusivo che si stava muovendo con la propria mercanzia. Quest'ultimo però per sottrarsi al controllo ha iniziato a dimenarsi in maniera furiosa.
Ingaggiando una colluttazione con i rappresentanti delle forze dell'ordine, raggiunti da colpi proibiti e da graffi. Il tutto naturalmente davanti a quanti per un motivo o per l'altro (il meteo non è stato clemente nemmeno per la giornata di martedì) si ritrovavano al momento dei fatti a transitare sulla spiaggia.

Alla fine il venditore è stato accompagnato al comando di polizia municipale, identificato e denunciato.
Si tratta di un 30enne marocchino residente in provincia di Rovigo e in regola con il permesso di soggiorno. Inevitabili, come detto, le cure sanitarie per i due agenti, dimessi con pochi giorni di prognosi. In ogni caso sono energie e uomini che nelle prossime ore necessariamente verranno a mancare alla causa.

Fonte:
VeneziaToday
Immagini allegate
Articoli simili