mercoledì, 4 agosto 2021
spinner
Data di pubblicazione: 22 June 2021

Una palma per ricordare Fedele Bottaro

IVG
Liguria

Pietra Ligure. Ieri pomeriggio, l’amministrazione comunale di Pietra Ligure ha messo a dimora, sul lungomare XX Settembre, un “cocos romanzoffianus” o “palma regina” in memoria di Fedele Bottaro, ex agente della polizia locale scomparso prematuramente pochi mesi fa.

La pianta, che da oggi crescerà proprio di fianco al comando della polizia locale di Pietra Ligure dove Fedele Bottaro ha prestato servizio per tanti anni, è il frutto di una iniziativa spontanea nata tra gli amici, immediatamente sposata e supportata dall’amministrazione comunale e alla quale ha partecipato anche all’associazione “Pulp in Valmaremola”.

“Con questo gesto semplice, ma per tutti noi carico di significato, vogliamo ricordare Fedele – afferma il sindaco Luigi De Vincenzi – Ringrazio Paola, Vanessa, Sandro e Lidia per aver voluto condividere con noi questo momento. Ringrazio gli amici per aver avuto questo pensiero al quale ho subito aderito come Sindaco ma soprattutto come amico. Ringrazio l’ex comandante Nicola Varaglioti, sotto il cui comando ha iniziato a lavorare Fedele, per aver voluto essere presente e naturalmente ringrazio l’attuale comandante Domenico Colnaghi, con cui Fedele ha condiviso gran parte della sua carriera lavorativa, per essere qui. Ringrazio la mia amministrazione, oggi rappresentata dal vice sindaco Daniele Rembado e dall’assessore Francesco Amandola, per aver concretamente e immediatamente sostenuto questa iniziativa. Ringrazio, ancora, Don Giancarlo Cuneo, parroco della basilica di San Nicolò, per la sua benedizione”.

“Questo albero metterà radici e crescerà forte e rigoglioso come l’amicizia con Fedele, che ha radicato nel profondo e ha generato tante attestazioni di affetto, come l’iniziativa di oggi ma anche l’interfono donato dalla leva del ‘55 alla casa di riposo Santo Spirito testimoniano. on Fedele c’era un’amicizia personale iniziata addirittura sui banchi di scuola. Siamo stati compagni di classe, colleghi e poi sono stato ‘il suo ‘sindaco’ durante i miei mandati in amministrazione. Con lui, tutti noi abbiamo condiviso tanto. Mi piace e ci piace ricordarlo con questo segno che è insieme di speranza, di futuro, di gentilezza e di generosità. Questo non sarà un albero qualunque, ma sarà una pianta speciale”, conclude il sindaco.

 

Fonte: IVG

Articoli simili