mercoledì, 17 agosto 2022
spinner
Data di pubblicazione: 07 March 2014

Auto nel burrone per vendicarsi dei vigili: a processo

AltaRimini
Emilia-Romagna
Aveva rubato un'automobile della Polizia Municipale di Novafeltria, facendola precipitare in un burrone: il gesto per "vendicarsi" dell'elevato numero di multe ricevute.
I fatti avvennero tra il 23 e il 24 giugno del 2010. E.B, 27enne di Talamello, è ora sotto processo per i reati di furto e danneggiamneto. Il 27enne gettò la vettura da un burrone a Collina di Talamello (foto di altarimini). Le indagini furono avviate dalla procura di Pesaro e il caso archiviato.
Sembrava che fosse impossibile trovare il colpevole, invece una coincidenza ha permesso alla procura di Rimini e al pm Davide Ercolani di riaprire il caso. Nell'aprile del 2013 i Carabinieri di Novafeltria hanno effettuato una perquisizione in un'abitazione di Sartiano, frazione del comune di Novafeltria. Per caso hanno trovato una lettera in cui veniva raccontato quel fatto e confessato il nome del colpevole.
L'autore della lettera, il proprietario di casa, si è scoperto poi essere un amico del 27enne. Quest'ultimo gli aveva prima confidato la sua intenzione di vendicarsi degli Agenti della Municipale, poi, dopo aver gettato l'auto nel burrone, gli aveva confessato l'accaduto. L'amico, per motivi ancora ignoti, aveva scritto la lettera con l'intenzione di denunciare in modo anonimo ciò che era successo. In seguito era tornato sui suoi passi, decidendo di non spedire la lettera.


Fonte: AltaRimini
Articoli simili