lunedì, 23 maggio 2022
spinner
Data di pubblicazione: 04 January 2022
Data di riferimento: 04 January 2022

080

Venezia
TAR

Il controllore elettronico della velocità dei veicoli non può immortalare tutti i conducenti ma solo quelli che hanno il piede pesante. E la conservazione di questi fotogrammi può essere prolungata nel tempo solo per motivi di polizia giudiziaria. Non solo: non può essere utilizzato per rilevare violazioni differenti da quelle per le quali è stato omologato/approvato.

 

L’autovelox non può fare il poliziotto ma, soprattutto, se fa il poliziotto, perde l’omologazione

A distanza di un anno si ripropone la problematica dei sistemi omologato per il rilevamento della velocità dei veicoli che alcuni produttori hanno trasformato in sistemi capaci di immortalare tutti i conducenti e non solo quelli che hanno il piede pesante.

Dopo che lo scorso anno il Consiglio di Stato, sez. V, con la sentenza n. 509 del 18 gennaio 2021 aveva rilevato come non sia legittimo l’utilizzo di strumenti autovelox automatici omologati per il rilevamento della velocità ma utilizzati per fotografare tutti i conducenti in transito, due recenti, quasi contemporanee, sentenze del TAR Veneto sono entrate ancor più nello specifico rappresentando a chiare lettere la gravità e le conseguenze di tali manomissioni.

Infatti sia nella sentenza n. 8/2021 che nella 9/2021, del 4 gennaio 2022, riferite, rispettivamente, a dispositivi prodotti da due differenti aziende, ma utilizzati anche per il rilevamento massivo di tutti i veicoli in transito e/o per la creazione di liste nere di targhe inserite in un data base locale, viene sancito che l’apparato, in questo caso,risulta privo di omologazione e quindi non soddisfa i requisiti essenziali previsti dalla normativa di settore per il rilevamento delle violazioni. oltre a prefigurare violazioni della normativa sulla privacy.

Per effetto di queste alterazioni tali dispositivi non sono più idonei al rilevamento delle violazioni con gravissime ripercussioni ai danni dei malcapitati enti che si dovessero essere trovati ad utilizzarli, loro malgrado, e forse, inconsapevolmente, in modo illegittimo.

IN ALLEGATO LA SENTENZA DEL TAR.

 

***************************

 

Clicca qui per leggere il commento di Stefano Manzelli a una precedente sentenza del Consiglio di Stato.

170,6 kB
Articoli simili
  • 26 February 2016

    004

    Le Sezioni Unite dichiarano la sussistenza della particolare tenuità nel caso di rifiuto all'alcoltest.

  • 04 May 2022

    14120

    Non scatta l'esimente della buona fede per chi entra in ZTL con il permesso scaduto.

  • 02 May 2022

    16817

    Investimento del pedone vicino all'attraversamento pedonale: l'abbagliamento solare non è una giustificazione.

  • 02 May 2022

    13279

    Il Comune risarcisce il ciclista che cade a causa di una buca, anche se era visibile ed in pieno giorno.

  • 29 April 2022

    13667

    Sussiste l'obbligo di esibire la polizza ai sensi dell'art. 180 CdS anche se la sua validità è verificabile sui database.