domenica, 25 febbraio 2024
spinner

Citta' della Pieve

Perugia
Ufficiale polizia locale
1
04 January 2024 Scaduto

AVVISO PUBBLICO DI RICERCA DI PERSONALE MEDIANTE PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE, AI SENSI DELL’ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001 – UFFICIALE DI POLIZIA LOCALE

 

IL RESPONSABILE

 

Richiamato il contenuto della Deliberazione di Giunta Comunale n. 205 del 16,11.2023 avente ad oggetto: “Approvazione del Piano Integrato di Attività e Organizzazione 2024-2026 - Provvisorio, contenente, alla sottosezione 3.3, la programmazione triennale dei fabbisogni di personale.

 

Visti:

-il “Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

- il D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”;

- il D.Lgs. 11 aprile 2006, n. 198 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”;

- il vigente C.C.N.L. del Comparto Funzioni Locali;

- il D. Lgs. n. 82 del 07.03.2005 “Codice dell’amministrazione digitale”;

 

Ritenuto di effettuare una ricognizione al fine di verificare la disponibilità di personale dipendente a tempo indeterminato e pieno con inquadramento nell’Area Funzionari ed Elevata Qualificazione del CCNL Comparto Funzioni Locali del 16.11.2022 e profilo professionale di “Ufficiale di Polizia Locale” interessato al trasferimento presso questo Ente per mobilità volontaria, ai sensi dell’art. 30, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001 con destinazione all’Area Polizia Municipale.

 

RENDE NOTO

 

Che il comune di Città della Pieve intende verificare la possibilità di procedere alla copertura di un posto a tempo pieno e indeterminato, mediante l’istituto del trasferimento diretto ai sensi dell’art. 30, comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001, di personale con il profilo professionale di Ufficiale di Polizia Locale (Area Funzionari ed Elevata Qualificazione del CCNL del 16.11.2022) da destinare al servizio Polizia Municipale per lo svolgimento delle mansioni proprie del profilo.

In considerazione di quanto sopra, i/le candidati/e devono essere in possesso di buone conoscenze proprie del profilo professionale di Ufficiale di Polizia Locale comprovate da specifica esperienza e formazione desumibili dal curriculum vitae reso disponibile.

 

La presentazione della domanda e l’ammissione alla selezione non comporta alcun diritto all’assunzione da parte dei candidati, né fa sorgere alcun obbligo per l’Amministrazione di dar corso alla copertura dei posti in esame. Trattandosi, infatti, di avviso con carattere esplorativo, l’Amministrazione potrà stabilire di non procedere alla conclusione della procedura di mobilità qualora nessuno/a degli/delle aspiranti sia valutato/a positivamente o qualora siano assunte determinazioni organizzative diverse per la copertura del posto.

 

In ogni caso, la partecipazione alla procedura in oggetto comporta l’esplicita ed incondizionata accettazione delle norme stabilite nel presente avviso.

 

1. Requisiti generali

Possono presentare domanda i candidati che, alla scadenza del presente avviso nonché all’atto dell’eventuale costituzione del rapporto di lavoro con il Comune di Città della Pieve siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. essere dipendenti di ruolo a tempo indeterminato, in servizio presso Pubbliche Amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001, di pari area e profilo professionale; per il personale appartenente a comparti diversi da quello delle Funzioni Locali, si farà riferimento alle tabelle di equiparazione di cui all'art. 29-bis del D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i. approvate con D.P.C.M. del 26.06.2015 e, ai sensi dell’articolo 30, comma 2-quinquies, del D.Lgs. n. 165/2001, si applicherà il trattamento giuridico ed economico, compreso quello accessorio, previsto nel CCNL Funzioni locali. Non verranno riconosciuti trattamenti fondamentali di miglior favore.

  2. avere concluso positivamente il periodo di prova nell’Area di attuale inquadramento presso l’Amministrazione di appartenenza;

  3. adeguata conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese;

  4. non aver subito provvedimenti disciplinari più gravi del rimprovero scritto nel biennio antecedente alla scadenza dell’avviso e non avere procedimenti disciplinari in corso;

  5. non avere riportato condanne penali e di non avere in corso procedimenti penali che impediscano la prosecuzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione;

  6. insussistenza di valutazione negativa negli ultimi cinque anni;

  7. idoneità psico-fisica allo svolgimento delle mansioni corrispondenti al profilo da ricoprire, che potrà essere verificata mediante acquisizione della documentazione in corso di validità attestante l'idoneità psico-fisica alle mansioni, agli atti dell'Ente di provenienza, oppure, in tutti i casi in cui si ritenga necessario/opportuno, mediante una nuova visita medica;

  8. patente di guida B, in corso di validità.

  9. (requisito non obbligatorio) parere favorevole al trasferimento (nulla osta) rilasciato dall’amministrazione di appartenenza nei casi previsti dall’art. 30, comma 1, del D.Lgs. 165/2001, di seguito riportato: “È richiesto il previo assenso dell'amministrazione di appartenenza nel caso in cui si tratti di posizioni dichiarate motivatamente infungibili dall'amministrazione cedente o di personale assunto da meno di tre anni o qualora la mobilità determini una carenza di organico superiore al 20 per cento nella qualifica corrispondente a quella del richiedente. È fatta salva la possibilità di differire, per motivate esigenze organizzative, il passaggio diretto del dipendente fino ad un massimo di sessanta giorni dalla ricezione dell'istanza di passaggio diretto ad altra amministrazione. Le disposizioni di cui ai periodi secondo e terzo non si applicano al personale delle aziende e degli enti del servizio sanitario nazionale e degli enti locali con un numero di dipendenti a tempo indeterminato non superiore a 100, per i quali è comunque richiesto il previo assenso dell'amministrazione di appartenenza.”

 

Il criterio di scelta degli aspiranti avverrà sulla base dei seguenti parametri:

  1. Tipologia del servizio svolto nella Pubblica Amministrazione (specificare nella domanda o nel curriculum in che servizio si è collocati e con quali mansioni);

  2. preventiva dichiarazione di disponibilità da parte del proprio ente di appartenenza alla cessione del contratto di lavoro, con decorrenza stabilita congiuntamente con il Comune di Città della Pieve qualora il/la candidato/a risulti il/la prescelto/a da presentarsi comunque entro il termine perentorio che sarà successivamente stabilito.

  3. contenuto del Curriculum vitae e professionale,

  4. la professionalità, la capacità e l’attitudine a ricoprire il posto in oggetto;

  5. il grado di autonomia nell’esecuzione delle attività oggetto della presente ricognizione;

  6. motivazione del trasferimento;

  7. data di disponibilità al trasferimento;

     

 

2. Presentazione della domanda.

La domanda di partecipazione alla selezione, di cui al presente Avviso, dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica tramite il Portale del reclutamento “InPA” https://portale.inpa.gov.it autenticandosi con SPID/CIE/CNS/eIDAS1, ai sensi dell’art. 65 del D.P.R. n. 82/2005.

All'atto della registrazione al Portale l'interessato compila il proprio curriculum vitae, con valore di dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'articolo 46 decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, che dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda, completo di tutte le generalità anagrafiche ivi richieste, indicando un indirizzo PEC o un indirizzo mail al quale intende ricevere ogni eventuale comunicazione personale relativa alla procedura stessa.

Conclusa la compilazione del curriculum, il candidato dovrà procedere alla compilazione della domanda di partecipazione all'avviso pubblico, ricercando la presente procedura nell'apposita sezione. La domanda di candidatura viene in parte precompilata utilizzando i dati precedentemente inseriti nel proprio curriculum ed è possibile, comunque, modificare e/o integrare tali informazioni accedendo alle relative sezioni.

La data di presentazione on line della domanda di partecipazione alla selezione pubblica è certificata e comprovata da apposita e-mail che verrà ricevuta al termine della procedura di invio. Allo scadere del suddetto termine ultimo per la presentazione della domanda il Portale non permetterà più, improrogabilmente, l’accesso alla procedura di candidatura e l’invio della domanda di partecipazione. Ai fini della partecipazione alla selezione, in caso di più invii della domanda di partecipazione da parte dello stesso candidato, si terrà conto unicamente della domanda trasmessa cronologicamente per ultima (attestazione automatica da parte del sistema informatico), purché nei termini previsti dal presente avviso, intendendosi le precedenti integralmente e definitivamente revocate e prive di effetto.

 

La registrazione al Portale comporta il consenso al trattamento dei dati personali nel rispetto della disciplina del regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, e del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

 

L'utilizzo di modalità diverse di iscrizione comporterà l'esclusione del candidato dalla procedura.

 

La domanda dovrà pervenire entro e non oltre le ore 13:00 del trentesimo giorno dalla pubblicazione del bando sul Portale (qualora detto giorno sia sabato o un giorno festivo, il termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo utile).

Oltre questo termine, il sistema non consentirà di inoltrare le domande non perfezionate o in corso d’invio.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per i disguidi causati dal malfunzionamento del Portale InPA o da caso fortuito, forza maggiore o inesatta o non chiara trascrizione, da parte del candidato, dei dati anagrafici, dell’indirizzo di residenza o dell’indirizzo di posta elettronica, anche nel caso in cui la casella di posta elettronica indicata dal candidato non sia in grado di ricevere messaggi. È pertanto onere del candidato notificare all’Amministrazione qualunque cambiamento dei predetti recapiti. In caso di dichiarazioni mendaci, si procederà con provvedimento motivato all’esclusione del dipendente secondo quanto previsto dall’art. 76 del d.P.R. n. 445/2000.

Il mancato rispetto dei termini sopra indicati comporterà l’esclusione dalla selezione.

 

 

3. Allegati alla domanda.

Alla domanda devono essere allegati:

1. il curriculum vitae del candidato, dal quale si possano desumere tutte le informazioni riguardo alle mansioni svolte, i titoli di studio posseduti, i corsi di formazione frequentati, ecc.

Alla domanda potrà essere allegato:

1. dichiarazione di possesso di preventivo parere positivo o preventiva dichiarazione di disponibilità da parte del proprio ente di appartenenza al trasferimento rilasciato dall’amministrazione di appartenenza per i dipendenti che rientrano in uno dei casi di cui al comma 1 dell’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 (vedasi precedente lett. i) dell’articolo 1).

 

4. Ammissibilità e valutazione delle domande e colloquio.

Tutte le domande pervenute nei termini previsti saranno preliminarmente esaminate ai fini dell’accertamento dei requisiti di ammissibilità dall’Ufficio Personale

Saranno ammessi i candidati che abbiano presentato domanda secondo le modalità indicate ed entro i termini previsti dal presente avviso e che risultino in possesso di tutti i requisiti richiesti. Qualora le dichiarazioni rese siano incomplete o gli eventuali allegati siano stati prodotti in forma imperfetta, l’Ufficio potrà richiedere ai candidati di regolarizzare e/o integrare la domanda; i candidati che non provvederanno a regolarizzare la loro posizione entro il termine che sarà assegnato verranno esclusi dalla procedura.

La presente procedura non costituisce procedimento concorsuale e il suo esito non produce, a tale scopo, la formulazione di alcuna graduatoria di merito.

 

La selezione verrà effettuata da apposita Commissione, mediante una prima valutazione dei curricula vitae formativi e professionali presentati e successivamente mediante un colloquio finalizzato alla verifica dei requisiti, delle attitudini e della professionalità degli aspiranti da effettuarsi esclusivamente per i candidati in possesso dei requisiti richiesti dalla procedura.

 

L’analisi dei curricula sarà volta a valutare:

  • la tipologia dell’Amministrazione di provenienza;

  • le precedenti esperienze lavorative;

  • rispondenza dei titoli e delle esperienze lavorative maturate rispetto alle attività da svolgere per il profilo professionale e le relative mansioni oggetto della presente ricerca;

 

I candidati invitati per sostenere il colloquio dovranno presentarsi muniti di un documento di identità.

 

Il colloquio, finalizzato all’individuazione del candidato ritenuto più idoneo alla copertura del posto oggetto del presente avviso, è diretto ad approfondire le specifiche conoscenze e competenze possedute rispetto al profilo atteso, il curriculum presentato, gli aspetti motivazionali e verterà su tematiche attinenti le attività da svolgere presso il Comune di Città della Pieve riferite al posto in argomento. Saranno, quindi, valutati:

  • la professionalità, la capacità e l’attitudine a ricoprire il posto in oggetto;

  • il grado di autonomia nell’esecuzione delle attività oggetto della presente ricognizione;

  • motivazione del trasferimento;

  • data di disponibilità al trasferimento;

 

Il colloquio sarà effettuato anche in presenza di una sola domanda di trasferimento per la professionalità ricercata.

 

La mancata presenza del candidato al colloquio sarà considerata come rinuncia alla partecipazione alla procedura di mobilità.

 

L’ente si riserva la facoltà, al termine della valutazione dei candidati, di non procedere alla copertura del/i posto/i tramite mobilità volontaria qualora, dal colloquio effettuato non si rilevino le professionalità idonee allo svolgimento delle funzioni proprie del profilo professionale ricercato.

 

5. Verifica delle dichiarazioni

Per tutte le dichiarazioni, comprese quelle contenute nella domanda, l'Amministrazione si riserva la facoltà di verificare, anche a campione, quanto dichiarato e prodotto dai candidati. Qualora dal controllo emerga la non veridicità di quanto dichiarato o prodotto, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, oltre alle conseguenze penali previste nelle ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci.

 

6. Assunzione

L’assunzione del/i candidato/i ritenuto/i idoneo/i è comunque subordinata, ove normativamente previsto, al consenso dell’Amministrazione di provenienza, ai sensi dell’articolo 30, commi 1 e 1.1, del D.Lgs. n. 165/2001, nei termini richiesti dal Comune di Città della Pieve.

Trascorso tale termine senza che venga prodotto il necessario nullaosta è facoltà dell’Amministrazione decidere di non dar corso alla mobilità o individuare altro candidato idoneo tra coloro che hanno presentato domanda.

In caso di esito positivo della procedura di mobilità, verrà adottato formale atto di trasferimento e verrà stipulato il contratto individuale di lavoro nell’area e profilo di appartenenza oggetto del presente avviso, ai sensi dell’art. 24 del CCNL 16.11.2022 del Comparto Funzioni Locali.

 

7. Trattamento dei dati personali e diritto di accesso

Ai sensi del Reg. (CE) 27.04.2016 n. 2016/679/UE, i dati personali relativi ai candidati saranno raccolti presso l’Ufficio Personale per le finalità relative allo svolgimento della procedura in oggetto e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto contrattuale, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.

Per ogni maggiore informazione circa il trattamento dei dati personali e l'esercizio dei diritti di cui agli art. 15 e ss. l'interessato potrà visitare il sito istituzionale del Comune di Città della Pieve al seguente link: Città della Pieve (cittadellapieve.pg.it)

 

Per quanto non previsto dal vigente avviso, si intendono qui riportate le disposizioni di legge relative all’accesso ai pubblici impieghi.

 

Responsabile del procedimento è il Responsabile dell’Area Amministrativa e di Promozione Economica Culturale e Turistica del Comune di Città della Pieve – Dott. Alessandro Convito.

 

Per informazioni: Ufficio Personale Tel. 0578291220 - 0578291250 dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 13:00

 

Il presente avviso è disponibile sul Portale “InPA” https://portale.inpa.gov.it e sul sito istituzionale del Comune di Città della Pieve nella sezione Amministrazione Trasparente / Bandi di Concorso.

Il Funzionario Responsabile

Dott. Alessandro Covito

1Per la registrazione è necessario essere in possesso di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta nazionale dei Servizi) o eIDAS (Electronic IDentification Authentication and Signature).

 

 

Area geografica:

Umbria

 

Valutazione:

Per colloquio

Data apertura candidature:

5 Dic 2023 13:00

 

Data chiusura invio candidature:

4 Gen 2024 13:00

 

Numero di posti:

1

 

Ente di riferimento:

Comune di Citta' della Pieve

 

Link al sito della PA:

https://www.halleyweb.com/c054012/zf/index.php/bandi-di-concorso

 

Bando/Avviso e Allegati:

Avviso di mobiita.pdf

Articoli simili