lunedì, 25 maggio 2020
spinner
Data di pubblicazione: 01 April 2004

In arrivo il "sorpassometro"

PoliziaMunicipale.it
Ancora innovazioni sulle strade. Dopo l'entrata in vigore della patente a punti e dell'obbligo del giubbotto riflettente a bordo delle auto, ora a entrare in scena è il "sorpassometro". Si tratta di un sistema di controllo remoto, effettuato cioè con una telecamera, per la contestazione delle violazioni dei divieti di sorpasso e della circolazione sulle corsie di emergenza. E' prevista l'installazione di 13 postazioni fisse entro il 26 luglio. A curare questa nuova iniziativa per la repressione e la prevenzione delle infrazioni stradali sarà la polizia stradale del ministero dell'Interno. A essere messi sotto controllo saranno i tratti di strade statali, superstrade o raccordi autostradali non gestiti dalle società autostrade. Ecco le strade lungo le quali verranno posizionati i sorpassometri: strada regionale 23 "Del Colle del Sestriere" al km 25,2; la strada statale "Del Sempione" tra il km 61,5 e km57; strada statale"Del Lago Maggiore" al km 23,9; strada statale 36 "Milano-Lecco" al km 15,9 direzione Sud; l'ex strada statale "Paullese" al km 4,6; l'ex strada statale 35 "Dei Giovi" al km 98,1; l'A24 direzione L'Aquila al km 3,1; l'A24 direzione Tngenziale Est al km 1,5; l'ex strada statale 148"Pontina" al km 71, 3 direzione Nord; vaiante strada statale 1 Aurelia all'interno della galleria Montenero; strada statale Aurelia incrocio con la strada provinciale 128; strada E45al km73 direzione Nord e il raccordo per Perugia sull'A1 al km 57 direzione Ovest. Il funzionamento del nuovo controllo elettronico è piuttosto semplice: le immagini con le violazioni dei divieti di sorpasso e di circolazione sulla corsia di emergenza nei casi vietati, verranno registrati direttamente dal centro elettronico della polizia di Stato (Ceps) di Settebagni (Roma) e da qui rimbalzati a un reparto della polizia stradale, quello competente per territorio. Naturalmente non mancheranno sistemi di comunicazioni volti a segnalare i tratti interessati al rilevamento delle infrazioni del "sorpassometro". Intanto dal primo aprile scatta l'obbligo del giubbotto riflettente ad alta visibilità a bordo delle auto. Sarà obbligatorio indossarlo, in caso di sosta a margine della strada del mezzo, ma non averlo a bordo. In altre parole, vigili urbani, polizia, carabinieri non potranno contestare l'assenza del giubbotto dal veicolo, come invece possono fare per quello che riguarda il triangolo, bensì solo multare il conducente che non lo indossi al di fuori dell'auto in condizioni di scarsa visibilità. La multa varia da 33,6 a 137,55 euro. Non solo, ma vengono anche sottratti due punti dalla patente.
Articoli simili
  • 29 December 2015

    Vigili di finanza

    Accertamenti fiscali da parte della polizia locale e segnalazioni qualificate. Il contenitore con tutte le schede operative di G. Goduti.

  • 27 November 2015

    Vigili associati

    Se non sono state sottoscritte con firma digitale sono nulle le convenzioni per la gestione in forma associata della P.L.

  • 14 November 2015

    Depenalizzazione

    Depenalizzazione di reati: approvati venerdì dal consiglio dei ministri importanti provvedimenti.

  • 24 July 2015

    Riforma della P.A.

    Le numerose novità amministrative in arrivo con la riforma della pubblica amministrazione.

  • 21 May 2015

    Cartelle esattoriali

    Opposizione ex art. 615 c.p.c.: quali vizi della cartella esattoriale possono essere eccepiti? La risposta di Camilla Caporusso.