lunedì, 18 ottobre 2021
spinner
07 July 2011

Sanzioni disciplinari

Premesso che:
> un agente di polizia locale è stato querelato per furto di una confezione di merce all'interno di un supermercato;
> non sussiste dubbio alcuno in ordine alla colpevolezza dell'agente, il quale, rintracciato immediatamente dopo dai Carabinieri presso la propria abitazione, ha accompagnato i CC presso il luogo in cui aveva abbandonato la refurtiva, consentendo così il recupero della stessa;
> i Carabinieri hanno trasmesso al sottoscritto copia degli atti inerenti al fatto (dai quali si evince chiaramente la responsabilità dell'agente), seppure, nel contempo, la querelante ha rimesso la querela; remissione che è stata accettata dall'agente querelato.
Alla luce dei fatti sopra esposti:
> considerato che fino al momento del furto l'agente ha sempre avuto un comportamento consono al ruolo che svolge, si chiede;
> posto che l'agente presta la propria attività all'interno dell'ufficio (poichè per invalidità determinata da causa di servizio non può svolgere servizio esterno) con funzioni anche di "cassiere" in relazione agli introiti derivanti dalle sanzioni amministrative;
si chiede quale sanzione disciplinare debba essere applicata (o quale si suggerisce di applicare) nei confronti dell'agente in argomento ??
Si ringrazia e si porgono distinti saluti

Vuoi visualizzare la risposta del quesito?

Acquista il quesito