sabato, 4 febbraio 2023
spinner

Sosta in corrispondenza di intersezione...senza intersezione?

Daniele Moiraghi
02/04/2014 - 22:25

Gentilissimi,


chiedo un aiuto per una situazione, mi rendo conto, piuttosto singolare: venerdì ho trovato un accertamento di infrazione accartocciato sulla sella della mia moto; mi si contesta la "sosta in corrispondenza dell'area di intersezione" (art. 158 comma 1 lettera f).


Quando sono arrivato, ho chiesto immediatamente spiegazioni alla gentile agente che, liquidandomi in malo modo, ha omesso di fare contestazione immediata (cosa che se non sbaglio avrebbe dovuto fare, essendo io presente - art. 200 - e che ho aspettato per una buona mezz'ora), ma a mio parere la contestazione è errata per definizione: secondo il CdS (Titolo I art. 3 comma 1 n.1) l'area di intersezione è quel tratto di strada "nel quale si intersecano due o più correnti di traffico" (e in italiano intersecare significa attraversare qualcosa tagliandolo), ma in questo caso di corrente di traffico ce n'è solo una che si divide in due...le strisce pedonali, anch'esse correnti di traffico, non c'entrano, poiché (metro alla mano) la moto era parcheggiata a ben oltre 5 m da tutti gli attraversamenti pedonali. Se fosse stata un'intersezione capirei il divieto anche su tutta la superficie interna all'incrocio, ma in questo caso l'intersezione non c'è...


Questo è l'incrocio:


http://www.motoclub-tingavert.it/ul1402/immagini/upload_user/209771_1396184172_0.png


Le strade sono tutte e tre a senso unico e la moto era parcheggiata, idealmente, più o meno dietro la Smart della foto.


Non mi interessa appellarmi unicamente all'art. 200 perché è solo un vizio di forma, se ho sbagliato è giusto che io paghi, ma così mi sembra veramente una sanzione senza motivo, anche considerato il fatto che in quella posizione non intralciavo in alcun modo.


Grazie in anticipo.


________________


 

Daniele Moiraghi
02/04/2014 - 22:28
Originale postato da DANIELE MOIRAGHI

Gentilissimi,

chiedo un aiuto per una situazione, mi rendo conto, piuttosto singolare: venerdì ho trovato un accertamento di infrazione accartocciato sulla sella della mia moto; mi si contesta la "sosta in corrispondenza dell'area di intersezione" (art. 158 comma 1 lettera f).

Quando sono arrivato, ho chiesto immediatamente spiegazioni alla gentile agente che, liquidandomi in malo modo, ha omesso di fare contestazione immediata (cosa che se non sbaglio avrebbe dovuto fare, essendo io presente - art. 200 - e che ho aspettato per una buona mezz'ora), ma a mio parere la contestazione è errata per definizione: secondo il CdS (Titolo I art. 3 comma 1 n.1) l'area di intersezione è quel tratto di strada "nel quale si intersecano due o più correnti di traffico" (e in italiano intersecare significa attraversare qualcosa tagliandolo), ma in questo caso di corrente di traffico ce n'è solo una che si divide in due...le strisce pedonali, anch'esse correnti di traffico, non c'entrano, poiché (metro alla mano) la moto era parcheggiata a ben oltre 5 m da tutti gli attraversamenti pedonali. Se fosse stata un'intersezione capirei il divieto anche su tutta la superficie interna all'incrocio, ma in questo caso l'intersezione non c'è...

Questo è l'incrocio:

http://www.motoclub-tingavert.it/ul1402/immagini/upload_user/209771_1396184172_0.png

Le strade sono tutte e tre a senso unico e la moto era parcheggiata, idealmente, più o meno dietro la Smart della foto.

Non mi interessa appellarmi unicamente all'art. 200 perché è solo un vizio di forma, se ho sbagliato è giusto che io paghi, ma così mi sembra veramente una sanzione senza motivo, anche considerato il fatto che in quella posizione non intralciavo in alcun modo.

Grazie in anticipo.


________________

 

 Chiedo scusa, non capisco perché il messaggio sia stato inserito qui...si riferisce ovviamente alla sezione sulle multe...


________________


 

Articoli correlati
  • 26 July 2012

    Passi carrai e distanza dalle intersezioni

    Un costruttore dispone di un lotto sul quale intende costruire due villette.
    Il lotto dispone già di un accesso carraio.
    Viene rilasciato un permesso di costruire che prevede l'accesso dei veicoli dal carraio già esistente.
    Successivamente il costruttore chiede una variante che comprende lo...

  • 26 October 2011

    Accesso carraio a meno di 12 metri dall'intersezione

    Un cittadino intende chiudere un vecchio passo carraio ed aprirne uno nuovo a distanza di pochi metri lungo una strada urbana lungo la quale vige il limite di 30 km/h.
    Attualmente il cancello posto a delimitazione del carraio non e' arretrato, non e' motorizzato e si trova all'interno...

  • 01 November 2011

    Sorpasso in intersezione art 148 CdS

    E' legittima da parte del conducente/trasgressore di un veicolo che ha soprassato altro veicolo in corrispodenza di una intersezione (art 148, cc 12 e 16, del CdS) eccepire in giudizio la validità della contestazione di tale violazione solo con il fatto che l'intersezione, sita in un tratto rettilineo e...