sabato, 26 novembre 2022
spinner

Parcheggi pubblici o privati come riconoscerli?

Daniele Peltrera
05/01/2015 - 22:36

Salve, volevo qualche consiglio se potete darmelo.
Mi trovo spesso a parcheggiare l'auto in un parcheggio abbastanza ampio di un negozio di ricambi auto, i singoli posti auto sono delimitati da strisce di color bianco e tutta l'area è divisa in due zone, quella più vicina al negozio ci sono cartelli su ogni posto con scritto parcheggio riservato clienti negozio x mentre l'altra area del parcheggio all'ingresso e uscita è esposto un cartello con scritto "parcheggio ad uso esclusivo del conominio x" anche se a dir la verità il condominio in questione è su tutta un'altra strada a circa 500 metri.
Su alcuni posti del parcheggio del sedicente condominio hanno installato quei dissuadori a barriera con luchetto che si alzano da terra, ma non li usano mai, alcuni sono malconci e tutti rotti.
Come faccio a sapere se quello è un parcheggio pubblico oppure un parcheggio abusivo privato? mi spiego meglio quando mi trasferii sulle case comunali quì nella mia città metemmo anche noi i dissuadori a barriera sui parcheggi destinati al nostro condominio, ma i vigili ce li fecero togliere perchè sembrerebbe non siano legali e inoltre avendo all'epoca le strisce bianche non era considerato un parcheggio riservato ma pubblico.


Potrei sbagliarmi ma a me non sembra una zona privata, è aperta da tutte le parti, non è recintata ecc secondo voi rischio qualcosa a parcheggiare la?

Daniele Peltrera
07/01/2015 - 13:18
Originale postato da FILIPPO PIERMARTIRI

per togliersi ogni dubbio basterebbe una visura al catasto;

il codice della strada distingue tra parcheggi privati ad uso pubblico(il classico esempio e' quello del supermercato),dove gli organi di polizia stradale possono intervenire sanzionando,rilevando incidenti,rimuovendo..etc.....e dove la circolazione avviene seguendo i vari articoli del codice dela strada(scusi la ripetizione)

in un parcheggio privato non aperto all'uso pubblico,il codice della strada non ha valenza. 

nel caso io lasci il mio veicolo  in una zona privata non aperta all'uso pubblico,nessuno può escludere a priori delle conseguenze penali (esempi possono essere violenza privata,violazione di domicilio se del caso...etc...);

allo stesso modo,non e' ovviamente possibile occupare una zona pubblica senza averne titolo  con catene,dissuasori etc....senza incorrere in sanzioni come quelle da lei sopra descritte.

Ah ok, grazie per la risposta, se posso aproffitarne ancora da ignorante nella materia: Se fosse un parcheggio privato chiuso al pubblico dovrebbe esserci una cartellonistica adeguata ad indicare tale scopo? Se invece fosse un parcheggio privato aperto al pubblico, il proprietario del terreno persona fisica o giuridica che sia, ha potere decisionale su chi può parcheggiare e in quale posto? può apporre prenotazioni come per esempio conomini x oppure riservato studio legale y ecc. Infine, al livello fiscale che voi sapete c'è differenza sulle tasse da pagare tra i due tipi di parcheggio? Grazie delle risposte.
SPEROLINI ANNUNCIATA
08/01/2015 - 00:09

ciao sono io annunciata vorrei informazione per il cartello di divieto di sosta è un abusivo perchè non è il regole per aver mettere ci vuole il cartello passo carrabile previa autorizzazione del comune , grazie annunciata ciao


________________


ciao sono io annunciata sono sordamuta vorrei informazione  per il cartello di divieto di sosta è un abusivo perchè non è il regole per aver mettere ci vuole il cartello passo carrabile previa autorizzazione del comune , grazie annunciata

Francesco Tursini
16/11/2015 - 17:46
salve a tutti io abito in un condominio a L'Aquila. abbiamo due ingressi carrabili uno posto su una strada pubblica e uno posto su un piazzale adibito a parcheggio...dal 2010 (dopo il terremoto quindi) è stato realizzato un asilo nido all'interno dei container in un'area posta all'opposto (scusate il gioco di parole) del ingresso del parcheggi...il problema è che da 2 mesi a questa parte ci sono numerose feste il sabato e la domenica e le macchine no trovando posto vengono a parcheggiare su questo piazzale anche di fronte ai cassonetti dell'immondizia o addirittura sul marciapiede della strada pubblica. per questo motivo avevamo pensato di porre una sbarra automatica per evitare il parcheggio da parte di estranei...lasciando però libero accesso (pedonale) a coloro che devono recarsi all'asilo. E' fattibile come cosa?? vi ringrazio anticipatamente per l'aiuto
________________

Francesco
Riccardo Randon
01/04/2016 - 21:39

Buonasera  a tutti,

Ho un problema che mi assilla....Please help me

Il parcheggio sotto casa è in affitto ad un negozio adiacente allo stabile, che lo chiude con il cancello  alla fine dell'orario lavorativo, alle 19,30

Durante la pausa pranzo rimane aperto 

pertanto causa la mia difficoltà nel camminare (sono disabile),

metto l'auto per circa 1 ora  per mangiare.

Ora i responsabili del negozio, tramite la commessa mi hanno chiesto di spostarla sennò prenderanno provvedimenti

A parte la carità cristiana sono un cliente assiduo, ma niente...

Qualcuno del gruppo ha idea  a cosa posso incorrere? 

Possono esporre denuncia ai CC, possono multarmi i Vigili, possono farmi rimuovere la macchina????

O si attaccano al tram?

Certo della vostra competenza ringrazio e saluto tutti

Riccardo

 

daniela rugani
03/12/2018 - 21:01

Buona sera, avrei bisogno di alcuni chiarimenti su un sinistro  occorsomi pochi giorni fa: io ero in sosta nel parcheggio interno di un centro commerciale ed avevo il portellone posteriore aperto (con apertura da dx a sx) con me inserita tra lui ed il bagagliaio MENTRE PRELEVAVO UN VASO DI CICLAMINI DA PORGERE AD UN'AMICA (citata nel CID come testimone) quindi il portellone era aperto per circa 30cm. In quel momento non stava transitando nè parcheggiando alcun mezzo. Successivamente, si è introdotta nell'area di sosta un'auto che facendo manovra ha urtato lo spigolo inferiore del portellone della mia auto frantumando il vetro del suo fanale dx; sarebbe stato un danno quasi trascurabile se la signora si fosse fermata ma come lei stessa ha affermato non è riuscita ad arrestare l'auto ed ha continuato ad accellerare portandosi dietro il mio portellone che ha effettuato una rotazione completa sulle cerniere strappandole. La signora stessa ha ammesso di aver sottovalutato la situazione e di non aver calcolato bene lo spazio che per la manovra che stava facendo era abbondantissimo. Dato che l'accaduto riguardava oltre me anche una persona anziana mi sono premurata di telefonare al comando dei vvu della mia città i quali mi hanno detto che il sinistro non era di loro competenza in quanto il parcheggio è privato e non erano presenti feriti. l'assicurazione della signora non mi ha riconosciuto il danno incolpandomi al 100% dell'accaduto con queste motivazioni : Art 157    7. È fatto divieto a chiunque di aprire le porte di un veicolo, di discendere dallo stesso, nonché di lasciare aperte le porte, senza essersi assicurato che ciò non costituisca pericolo o intralcio per gli altri utenti della strada.)

Ora mi chiedo, ma non è che i casi devono essere vagliati singolarmente? Ma se uno va al supermercato, come fa a caricare la spesa senza aprire il portellone? La valutazione del sinistro, nel caso di parcheggi privati ad uso pubblico da chi viene eseguita?

grazie per la cortesia 

daniela rugani

sofia mihalachi
26/06/2019 - 17:54

Buongiorno, avrei una domanda, io abito sul lago di garda vicino acasa mia c’e un parcchegio privato del Enel, che una volta ho visto i lavoratori li del Enel e ho chiesto il permesso se posso parccheggiare , mi hanno detto di si e che non co sono dei problemmi( solo in caso in cui loro dovvrebero fare dei lavoro dovrei spostarla). Sto parcchegiando li da 3 anni ormai, semza mai avuto problemi.

Altro ieri la mia vicina di casa ha chiamato la polizia di fare spostare la macchina per fino che ha parcheggiato lei. Ora ogni volta che lascio li la macchina lei mi blocca con la sua. Cosa si puo fare in questo caso? Grazie mille. 

patrizia baldini
11/09/2021 - 12:29

salve a tutti.

pongo una questione che da tempo leva il sonno a me e ad altri condomini. abbiamo sul retro del condominio un'area con 4 posti auto privati abbinati alle abitazioni, e una decina di posti "ad uso pubblico" anche la zona stessa è definita "area privata ad uso pubblico". non possiamo recintarla nè chiuderla per impedire l'accesso ed i rumori molesti notturni, i parcheggi selvaggi che spesso ostruiscono l'accesso ai posti auto privati nè i danneggiamenti a grondaie o marciapiede in cotto del condominio provocati dalla sosta e dal movimento di mezzi pesanti (non dei condomini). abbiamo scoperto da poco che la parte "pubblica" è in realtà rimasta proprietà del costruttore. quindi il comune, nella persona del corpo vigili urbani, non può intervenire in alcun modo (c'è pure in sosta selvaggia una roulotte che prende 4 posti auto...). la domanda è la seguente: possiamo in qualche modo obbligare il costruttore a regolarizzare l'area dii sua proprietà per la difesa dei nostri beni e diritti o siamo destinati a dover sopportare rumori molesti e soprusi continui??? grazie per la risposta, che attendo con ansia.

Articoli correlati
  • 03 October 2014

    Parcheggio pubblico

    Il dipendente privato del gestore del parcheggio è un incaricato di pubblico servizio.

  • 21 May 2018

    Parcheggio privato

    Il parcheggio anche se privato deve restare aperto all’uso pubblico.

  • 21 May 2018

    Parcheggio privato

    Il parcheggio anche se privato deve restare aperto all’uso pubblico.