mercoledì, 19 gennaio 2022
spinner
Data di pubblicazione: 15 January 2022

Docente senza green pass

Orizzontescuola
Emilia-Romagna

Covid, scoppia il caos in una scuola. Una professoressa di terza media viene multata dalla polizia municipale per mancato rispetto delle norme sulla prevenzione del contagio da COVID-19 mentre gli alunni abbandonano l’aula per protesta contro la loro docente.

Succede in una scuola emiliana, dove l’insegnante, secondo quanto riporta la Gazzetta di Modena, si lascia andare con gli alunni in ripetute invettive negazioniste, non indossa la mascherina Ffp2, non ha il green pass rafforzato richiesto, inveisce contro il governo. I ragazzi raccontano tutto ai genitori, la dirigente viene messa al corrente dell’accaduto e invita i ragazzi a uscire dall’aula nel caso la situazione dovesse persistere. Si arriva così all’apice della vicenda e ieri la classe abbandona l’aula in segno di protesta e per tutelare la salute di tutti quella l’insegnante viene multata dalla polizia locale poiché senza super green pass.

Le frizioni scolastiche nascono dal mancato utilizzo da parte dell’insegnante della mascherina Ffp2: da due giorni, infatti, scrive Giovanni Balugani sul quotidiano emiliano, era stato segnalato un caso di positività tra gli studenti. Un’eventualità che, secondo le nuove disposizioni del governo, impone per alunni e docenti l’utilizzo per dieci giorni della mascherina Ffp2, uno strumento ben più protettivo rispetto alla classica chirurgica. La professoressa in questione, tuttavia, di indossare la Ffp2 proprio non ne ha voluto sapere e si è presentata in aula con la sola chirurgica. Sono seguite vivaci proteste degli alunni alle quali l’insegnante avrebbe risposto con frasi negazioniste, rifiutando l’utilità delle mascherine, del gel e del distanziamento e sentenziando l’incapacità del governo Draghi.

Intanto il professore di matematica consiglia agli studenti, nel caso in cui si fosse presentata ancora senza Ffp2, di uscire dalla classe per tutelare la salute dei presenti. Così ieri, durante una verifica programmata, la docente si presenta ancora una volta con la chirurgica, a nulla essendo valse le richieste degli alunni di indossare la Ffp2.

A questo punto gli alunni abbandonano l’aula ma riferiscono pure che la professoressa li avrebbe anche filmati mentre abbandonavano l’aula. Il caos però alla fine viene temporaneamente sanato. Gli altri insegnanti convincono la classe a rientrare, convinti che la docente avrebbe smesso di tenere l’atteggiamento contestato. E invece no, la prof avrebbe ripreso con discorsi negazionisti sul Covid, tanto che gli studenti escono di nuovo dall’aula, chiamando i genitori per farsi venire a prendere.

“Nel frattempo – riferisce la Gazzetta – la professoressa ha chiamato per due volte il 112. A scuola è giunta una pattuglia della polizia locale. Gli agenti le hanno comminato una sanzione di 400 euro per la violazione delle norme anti-contagio. Stando a quanto raccolto, infatti, era anche sprovvista del green pass rafforzato e dunque tecnicamente non poteva mettere piedi all’interno della scuola. Non solo, secondo le nuove normative sarebbe già dovuta scattare nei suoi confronti la sospensione”.

Da parte sua la professoressa imputa ai ragazzi la responsabilità dell’accaduto, redigendo una nota sul registro elettronico per mancato svolgimento della verifica e abbandono non autorizzato dell’aula.

 

Fonte: Orizzontescuola

Articoli simili