Forum » Domande e opinioni

ART. 143 C.D.S.
Autore Messaggio del 23/01/04 - 12:25 #1
Paolo Camagni

Utente
Messaggi: 2
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Sono agente di P.M., gradirei conoscere i pareri di altri colleghi sul seguente caso: veicolo che percorre l'interno di una rotatoria contromano, anche per un breve tratto (tra uno svincolo e l'altro) - io tutt'oggi applico il comma 11 dell'art. 143.
Può trovare però applicazione anche il comma 12?
La rotatoria non può essere infatti considerata un tratto di curva?
Ringrazio chiunque offra delucidazioni in merito.
Autore Messaggio del 23/01/04 - 13:29 #2
Fabio Ferrini

Operatore di settore
Messaggi: 2.013
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da PAOLO CAMAGNI
Sono agente di P.M., gradirei conoscere i pareri di altri colleghi sul seguente caso: veicolo che percorre l'interno di una rotatoria contromano, anche per un breve tratto (tra uno svincolo e l'altro) - io tutt'oggi applico il comma 11 dell'art. 143.
Può trovare però applicazione anche il comma 12?
La rotatoria non può essere infatti considerata un tratto di curva?
Ringrazio chiunque offra delucidazioni in merito.
il comma 11 prevede che la circolazione contromano sia eseguita su di una strada a doppio senso di circolazione quando si invade l'opposto senso di marcia.
Il comma 12 può essere forse più specifico se si intende la rotatoria come tratto di strada in curva o limitata visibilità.
Se all'interno della rotatoria vi sono cartelli di direzione obbligatoria destra (frecce) o prima dell'immissione della stessa c'è il cartello di rotatoria (frecce circolari) credo che si debba applicare l'art. 7 c. 1 lett. A e 14 se i cartelli sono supportati da specifica ordin. sindacale altrimenti il 146 c. 2
Autore Messaggio del 23/01/04 - 15:03 #3
Natale D'aniello

Utente
Messaggi: 100
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da FABIO FERRINI
il comma 11 prevede che la circolazione contromano sia eseguita su di una strada a doppio senso di circolazione quando si invade l'opposto senso di marcia.
Il comma 12 può essere forse più specifico se si intende la rotatoria come tratto di strada in curva o limitata visibilità.
Se all'interno della rotatoria vi sono cartelli di direzione obbligatoria destra (frecce) o prima dell'immissione della stessa c'è il cartello di rotatoria (frecce circolari) credo che si debba applicare l'art. 7 c. 1 lett. A e 14 se i cartelli sono supportati da specifica ordin. sindacale altrimenti il 146 c. 2

Intanto vi saluto cordialmente ed espongo il mio punto di vista:
ma avete notato che il C.d.S.nulla recita o comtempla al riguardo della circolazione nelle rotatorie?
Io credo che dovresti essere più preciso per quanto riguarda la situazione reale della rotatoria in oggetto, perchè non ho capito bene che cosa sanzioni, cioè dov'è il pericolo nel percorrere la rotatoria stando a sinistra, visto che è a senso unico? Poi io credo che sia abitudine consolidata che chi esce per primo dalla rotatoria si debba tenere sulla destra, come pure che appena si immette, ma invece per chi deve percorrere o sta già percorrendo il tratto più lungo della rotatoria, è giusto che si tenga sulla sinistra, e questanche per meglio agevolare l'entrata nella stessa da parte degli altri utenti della strada. Per cui io ritengo che il problema sia molto complesso, proprio perchè non è regolato da nessuna normnello specifico, ma ecco che come in questo caso ognuno interpreta in un modo diverso. Ovviamente come dicevo all'inizio bisogna vedere anche che tipo di rotatoria si tratta, perchè un conto è una rotatoria di pochi metri, magari solo con qualche uscita, ed invece è diverso nel caso di rotatorie di centinaia di metri e magari con molte uscite ed entrate. Ci sono anche casi dove all'immissione nella rotatoria vi è anche un cartello specifico dove illustra il comportamente da tenere all'interno della stessa, oppure la regolazione della circolazione avviene nel rispetto della segnaletica orizzontale, la quale preseleziona per determinate direzioni od uscite. Come vedete la materia è complessa. Così la vedo, vi saluto tutti cordialmente.
Autore Messaggio del 23/01/04 - 21:23 #4
Lionello Libralato


Messaggi: 169
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
credo che il sig. Paolo intendesse dire che l'automobilista in questione, arrivato all'IMBOCCO della rotatoria ove doveva girare obbligatoriamente a destra, abbia invece svoltato a sinistra (probabilmente la rotatoria e' piccola e lui ha pensato di tagliarla invece di fare tutto il giro) percorrendola cosi' contromano.
e' vero che in rotatoria e' un po' un casino, io ho visto di recente una rotatoria dove vi e' tanto di striscia bianca di arresto PER CHI STA GIA' PERCORRENDO LA ROTATORIA in corrispondenza di ogni entrata. per fortuna che le rotatorie dovevano essere tutte uguali.......
Vi spiego cmq come mi regolo io: dipende dalla grandezza della rotatoria e dal volume del traffico.
se la rotatoria e' piccola, oppure se e' grande ma c'e' molto volume di traffico, la percorro sempre tenendomi sulla destra anche se devo fare tutto il giro completo.
se la rotatoria e' grande e c'e' poco traffico la percorro tenendomi a sinistra e portandomi nelle corsie di destra un po' alla volta.
e vi spiego perche' lo faccio.
semplicemente perche' in rotatoria, applicando il codice della strada in senso generale , dovrei dare la precedenza a destra e voglio vedere io come diavolo faccio ad uscire se ho un casino di macchine che corrono alla disperata nelle corsie a destra rispetto alla mia e/o magari tenendosi affiancate alla mia auto o solo qlc metro dietro.
ciao a tutti
lionello
Autore Messaggio del 23/01/04 - 22:06 #5
Natale D'aniello

Utente
Messaggi: 100
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da LIONELLO LIBRALATO
credo che il sig. Paolo intendesse dire che l'automobilista in questione, arrivato all'IMBOCCO della rotatoria ove doveva girare obbligatoriamente a destra, abbia invece svoltato a sinistra (probabilmente la rotatoria e' piccola e lui ha pensato di tagliarla invece di fare tutto il giro) percorrendola cosi' contromano.
e' vero che in rotatoria e' un po' un casino, io ho visto di recente una rotatoria dove vi e' tanto di striscia bianca di arresto PER CHI STA GIA' PERCORRENDO LA ROTATORIA in corrispondenza di ogni entrata. per fortuna che le rotatorie dovevano essere tutte uguali.......
Vi spiego cmq come mi regolo io: dipende dalla grandezza della rotatoria e dal volume del traffico.
se la rotatoria e' piccola, oppure se e' grande ma c'e' molto volume di traffico, la percorro sempre tenendomi sulla destra anche se devo fare tutto il giro completo.
se la rotatoria e' grande e c'e' poco traffico la percorro tenendomi a sinistra e portandomi nelle corsie di destra un po' alla volta.
e vi spiego perche' lo faccio.
semplicemente perche' in rotatoria, applicando il codice della strada in senso generale , dovrei dare la precedenza a destra e voglio vedere io come diavolo faccio ad uscire se ho un casino di macchine che corrono alla disperata nelle corsie a destra rispetto alla mia e/o magari tenendosi affiancate alla mia auto o solo qlc metro dietro.
ciao a tutti
lionello
Io, ripeto sono propenso all'idea che chi si immette nella rotatoria dovrebbe dare la precedenza a sinistra, cioè a chi si trovi già all'interno di essa e la stia già percorrendo. Non sono d'accordo con quel caso che ha citato il Sig. Lionello, dove ha visto tracciate le linee d'arresto per chi si trova all'interno della rotatoria, dando la precedenza a chi si immette da destra, perchè in questo caso si creerebbe disordine e confusione per il flusso di veicoli all'interno di essa, dove molto spesso le macchine si muovono per file parallele. Ovviamente, ribadisco ancora una volta che bisogna vedere il caso specifico, a parte il fatto che non ho ancora capito bene quale fosse il caso specifico che ha dato origine alla discussione. Un saluto a tutti!
Autore Messaggio del 24/01/04 - 17:46 #6
Lionello Libralato


Messaggi: 169
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
difatti, da quel che ricordo, per legge tutte le rotatorie dovevano essere uniformate facendo si' che chi entra in rotatoria deve dare la precedenza a chi e' gia' dentro ma, chi sa perche', c'e' qualche rotatoria che fa ancora caso a se' creando confusione e pericolo.
il caso riportato dal sig. Paolo, per quel che ho capito io, tratta di un automobilista che ha percorso la rotatoria in senso orario anziche' antiorario, ovvero in senso di marcia inverso a come dovrebbe essere percorsa.
ciao a tutti.
lionello
Autore Messaggio del 25/01/04 - 15:22 #7
Martino Andrea

Utente
Messaggi: 847
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Tempo fa, durante un viaggio nel nord est, ho imboccato due rotatorie a distanza di 1 km l'una dall'altra: ebbene, con mia sorpresa, nella prima la precedenza era di chi si immetteva, nella seconda di chi già vi circolava.
In ogni caso, il problema posto da paolo, e cioè se la circolazione contromano nella rotatoria debba essere punita con il comma 1 o 12 dell'art. 143, non ha la soluzione che voi avete prospettato.
L'applicazione del 143 presuppone una circolazione contromano (e quindi a doppio senso di marcia), mentre nelle rotatorie si può solo avere una circolazione controsenso (unico essendo il senso di marcia).
Ne segue che lo spericolato conducente non fa altro che violare la disposizione impartita dal segnale verticale, installato ai sensi dell'art 7. La norma da applicare è dunque l'art. 7/1-14. Se non si tratta di centro abitato, direi 146/2. Mi pare ci sia anche una circolare ministeriale della scorsa estate che chiarisce come sia erroneo sanzionare ex art. 143.
Autore Messaggio del 25/01/04 - 17:15 #8
Paolo Camagni

Utente
Messaggi: 2
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Ciò che ho proposto inizialmente poneva il caso di un veicolo che percorreva una rotatoria in senso orario anzichè antiorario come molti hanno giustamente interpretato.
Non mi era mai passato per la testa di applicare l'art. 7 (o eventualmente il 6) del Codice.
Trovo molto più grave la manovra citata e non mi pare solo un infrangere due cartelli di obbligo.
Se ci troviamo su una rotatoria senza nessuna segnaletica non esiste la norma comportamentale che impone di percorrerla in senso antiorario?
Potrebbe essere un caso limite, ma secondo me, la norma vale anche e comunque in presenza di apposita segnaletica che imponga tale obbligo.
Autore Messaggio del 25/01/04 - 18:32 #9
Natale D'aniello

Utente
Messaggi: 100
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da PAOLO CAMAGNI
Ciò che ho proposto inizialmente poneva il caso di un veicolo che percorreva una rotatoria in senso orario anzichè antiorario come molti hanno giustamente interpretato.
Non mi era mai passato per la testa di applicare l'art. 7 (o eventualmente il 6) del Codice.
Trovo molto più grave la manovra citata e non mi pare solo un infrangere due cartelli di obbligo.
Se ci troviamo su una rotatoria senza nessuna segnaletica non esiste la norma comportamentale che impone di percorrerla in senso antiorario?
Potrebbe essere un caso limite, ma secondo me, la norma vale anche e comunque in presenza di apposita segnaletica che imponga tale obbligo.
Mi permetto di dissentire, perchè se non vi sono specifici segnali che lo indichino, come per esempio OBBLIGO DI CIRCOLAZIONE ROTATORIA prima dello sbocco sul largo o sulla piazza, dove la circolazione si deve svolgere in senso antiorario, e poi sull'ostacolo al centro della piazza il segnale passaggio obbligatorio a destra dell'ostacolo, io direi che il conducente poteva passare anche a sinistra dell'ostacolo. Fatevi sentire al riguardo, ciao.
Autore Messaggio del 25/01/04 - 23:42 #10
Massimiliano Caboni

Operatore di settore
Messaggi: 48
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Concordo con quanto esposto da Martino Andrea.

________________

max
Autore Messaggio del 26/01/04 - 00:55 #11
Lorenzo Catanzaro

Utente
Messaggi: 20
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da PAOLO CAMAGNI
Sono agente di P.M., gradirei conoscere i pareri di altri colleghi sul seguente caso: veicolo che percorre l'interno di una rotatoria contromano, anche per un breve tratto (tra uno svincolo e l'altro) - io tutt'oggi applico il comma 11 dell'art. 143.
Può trovare però applicazione anche il comma 12?
La rotatoria non può essere infatti considerata un tratto di curva?
Ringrazio chiunque offra delucidazioni in merito.
Sono anch'io agente di PM. Nella mia città di rotatorie non ce ne sono molte, ma di massima ti dico che nel caso che hai descritto il 143 vada escluso -la rotatoria ha per definizione un solo senso di marcia-; dovessi agire io, applicherei il 39 rif. 146 e 126-bis con decurtazione di due punti patente, a meno che non si tratti di centro abitato e la circolazione nella rotatoria sia regolata proprio da ordinanza del sindaco, dove potresti applicare l'art. 7 con sanzione di €33,60 e senza decurtazione. Di norma, data la specificità delle rotatorie (e, francamente, l'incoscienza di chi compie quella manovra altrove che nel deserto..), io propenderei per la prima!

Saluti, Lorenzo.

[lorenzo.catanzaro@virgilio.it]

________________

Lorenzo Catanzaro
Autore Messaggio del 27/01/04 - 20:39 #12
Fabio Ferrini

Operatore di settore
Messaggi: 2.013
  Rispondi al messaggio  Stampa il messaggio
Originale postato da PAOLO CAMAGNI
Ciò che ho proposto inizialmente poneva il caso di un veicolo che percorreva una rotatoria in senso orario anzichè antiorario come molti hanno giustamente interpretato.
Non mi era mai passato per la testa di applicare l'art. 7 (o eventualmente il 6) del Codice.
Trovo molto più grave la manovra citata e non mi pare solo un infrangere due cartelli di obbligo.
Se ci troviamo su una rotatoria senza nessuna segnaletica non esiste la norma comportamentale che impone di percorrerla in senso antiorario?
Potrebbe essere un caso limite, ma secondo me, la norma vale anche e comunque in presenza di apposita segnaletica che imponga tale obbligo.
se non vi è segnaletica verticale in loco (molto strano!!!) di rotatoria o di passaggi obbligati (freccia obliqua a dx o sx) la stessa, secondo me, si deve percorrere in senso antiorario in quanto l'ostacolo al centro della strada deve essere tenuto alla sinistra di chi guida come nel caso di incrocio al cui centro area vi sia un ostacolo o un semaforo su piantana.